1789 Passeport ”Luigi Filippo comandante de Dufur ecc… Rlasciato a Mad e Monsieur Demesticau

        1789 Passeport ”Luigi Filippo comandante de Dufur ecc… Rlasciato a Mad e Monsieur Demesticau

e famiglia  dato a Lione

Art.Nr.1548

 

1746 Lasciapassare– Rilasciato da Guillaume Rene’Comte de Neipperg comandande del Granducato di Luxenburgo a Nicolas Curien Borghese di Nancy,incaricato delle forniture alla citta’di Luneville

 1746 Lasciapassare– Rilasciato da Guillaume Rene’Comte de Neipperg  comandande del Granducato di Luxenburgo a Nicolas  Curien Borghese di Nancy,incaricato delle forniture alla citta’di Luneville

Firma Autografa

Art.Nr.1426

1893 Passeport Republique Francaise ”rilasciato al Barone George Scang

1893 Passeport Republique Francaise ”rilasciato al Barone  George Scang1893  Parigi

1905-1909 Passeport di Servizio di Stato Rilasciato a Monsieur Pierron Corriere di Gabinetto che si reca con dispacci a San Pietroburgo Russia Dato a Parigi

1905 Parigi1909 Passeport di Servizio di Stato Rilasciato a Monsieur Pierron Corriere di Gabinetto che si reca con dispacci a Costantinopoli-Turkia  Dato a Parigi

1905-Passeport di Servizio di Stato Rilasciato a Monsieur Pierron Corriere di Gabinetto che si reca con dispacci a San Pietroburgo Russia  Dato a Parigi

Art.Nr.1321

1802 Passeport ” Au Nom Du Mangraviat De Baden ” rilasciato a Jean Reis per andare a Strasburgo , sigilli ,dato a Lorraib 25 settembre

1802 Passeport ” Au Nom Du Mangraviat De Baden ” rilasciato a Jean Reis per andare a Strasburgo , sigilli ,dato a Lorraib 25 settembre

Art.Nr1277

1919 a Paris–Passeport Diplomatique ..”Momsier Dupuy membre de la Mission de Revitaillement se rendant en Russie Meridionale par la Suisse et la Roumanie”

1919 a Paris–Passeport Diplomatique ..”Momsier Dupuy membre de la Mission de Revitaille
ment se rendant en Russie Meridionale par la Suisse et la Roumanie”

Art.Nr.1257

1925-Passeport-Diplomatique-Rilasciato-a-Madame Rene ‘Giard ,femme du General Giard, chef du Mission Militarie Francaise en Grece , accompagne’ da Madamoiselle Marguerite Giard avec numerous timbres

1925-Passeport-Diplomatique-Rilasciato-a-Madame Rene ‘Giard ,femme du General Giard, chef du Mission Militarie Francaise en Grece , accompagne’ da Madamoiselle Marguerite Giard avec numerous timbres

                           Art.Nr.0923

1778-Passeport-”De Par Le Roi.-A Firma Louis rilasciato-a-Versailles-per-L’Inghilterra

1778-Passeport-”De Par Le Roi.-A Firma Louis rilasciato-a-Versailles-per-L’Inghilterra    Art.Nr.0663                        La guerra anglo-francese

Luigi XVI.

L’8 febbraio 1778 la Francia rende pubblica l’alleanza stipulata con gli insorti americani e il 13 marzo rompe le relazioni diplomatiche con la Gran Bretagna, iniziando la guerra anglo-francese. La guerra è fortemente voluta da Luigi XVI che accolse a Versailles con tutti gli onori il borghese Benjamin Franklin e riuscì a coinvolgere nell’impresa la Spagna di Carlo III, in realtà timorosa di appoggiare una guerra d’indipendenza che poteva essere imitata dalle sue immense colonie americane, con il miraggio di recuperare la Florida, perduta quindici anni prima, le Baleari e Gibilterra.

Con il Trattato di Parigi, i francesi ottennero poco, se non si conta un’ulteriore aggiunta all’enorme debito nazionale. Necker si dimise nel 1781 per essere sostituito da de Calonne e de Brienne, prima di essere richiamato nel 1788. Venne ricercata un’altra riforma delle tasse, ma la nobiltà oppose resistenza nel corso dell’Assemblea dei Notabili (1787).

 

1778–Laisser-Passer-” De Par Le Roi” a Firma Louis-rilasciato-a-Versailles-per -la-Russia.

1778–Laisser-Passer-” De Par Le Roi” a Firma Louis-rilasciato-a-Versailles-per -la-Russia.

              Art.Nr.0662

La guerra anglo-francese

Luigi XVI.

L’8 febbraio 1778 la Francia rende pubblica l’alleanza stipulata con gli insorti americani e il 13 marzo rompe le relazioni diplomatiche con la Gran Bretagna, iniziando la guerra anglo-francese. La guerra è fortemente voluta da Luigi XVI che accolse a Versailles con tutti gli onori il borghese Benjamin Franklin e riuscì a coinvolgere nell’impresa la Spagna di Carlo III, in realtà timorosa di appoggiare una guerra d’indipendenza che poteva essere imitata dalle sue immense colonie americane, con il miraggio di recuperare la Florida, perduta quindici anni prima, le Baleari e Gibilterra.

Con il Trattato di Parigi, i francesi ottennero poco, se non si conta un’ulteriore aggiunta all’enorme debito nazionale. Necker si dimise nel1781 per essere sostituito da de Calonne e de Brienne, prima di essere richiamato nel 1788. Venne ricercata un’altra riforma delle tasse, ma la nobiltà oppose resistenza nel corso dell’Assemblea dei Notabili (1787).

Pagina 1 di 41234